mercoledì 30 ottobre 2013

Concerto di Natale nella scuola primaria

Il progetto che mi è stato richiesto prevede l'esecuzione di un concerto eseguito da 94 bambini e bambine delle classi prima, seconda, terza, quarta e quinta di una scuola primaria in un quartiere periferico di Verona. La scuola, che ha una sola sezione, è collocata in un bell'edificio, in una zona collinare molto verde e tranquilla.
Il progetto prevede l'uso dello strumentario Orff e di una tastiera. Decido di evitare l'uso di basi preregistrate, che mi sembrano poco efficaci dal punto di vista didattico. 
Gli strumenti in dotazione alla scuola sono legnetti, tamburelli con battente, tamburelli con sonagli, triangoli, nacchere, maracas, campanelline. Ogni canzone prevede perciò un accompagnamento strumentale basato sulla melodia e un sostegno armonico affidati alla tastiera e su una struttura ritmica affidata agli strumentini.
Nella preparazione delle partiture scelgo gli strumenti ritmici in base al timbro (in relazione al testo e alla musica) e poi realizzo una struttura ritmica polifonica (a due o tre parti), che scelgo di mantenere costante per tutto il brano: siamo infatti in una situazione di approccio iniziale all'educazione musicale.
Nel mese di novembre ci saranno quattro incontri in ognuna delle cinque classi. Il primo incontro sarà dedicato ad una reciproca presentazione: i bambini dovranno conoscere questo maestro di musica; io dovrò conoscere i bambini e capire rapidamente le loro potenzialità. Per questo motivo predispongo un piano di intervento che comprenda facili giochi ritmici (da realizzare con la voce, con le mani e con i piedi, eventualmente con altri movimenti del corpo) e giochi di intonazione, basati sullo schema "domanda e risposta". Infine proporrò la più famosa tra le melodie natalizie ("Stille Nacht"), anche se non è affatto la più semplice, sia per il ritmo, sia per l'estensione della parte vocale.
I successivi incontri seguiranno uno schema analogo (ritmica, intonazione, apprendimento del testo), applicato ad una serie di canzoni, scelte tra le più famose. Il tempo a disposizione è poco, dovremo ottimizzarlo.
Nel mese di dicembre avremo tre o quattro prove d'insieme nella palestra della scuola. In questa occasione la maggior parte dei 94 bambini realizzeranno un unico grande coro, mentre alcuni di essi proveranno anche la struttura ritmica che ho previsto nella partitura. La tastiera invece sarà affidata ad un giovane studente di musica più grande e più esperto.  
Avremo poi le prove generali nell'ambiente in cui si svolgerà il concerto: la chiesa parrocchiale del quartiere.
Il concerto sarà dunque l'esito di un percorso didattico.

Nessun commento:

Posta un commento